Benvenuto sul nostro Agriblog

Agricampania > Agriblog

Nicola Caputo
Nicola Caputo13 ore fa
55 anni e non sentirli.
Buon compleanno a me e grazie a tutti voi che riempite la mia vita.
Grazie innanzitutto ai miei figli Corrado e Mario per la tantissima vita che sono stati capaci di trasferire nei miei anni.
È proprio vero quanto affermò Abraham Lincoln “Alla fine, ció che conta non sono gli anni della vita, ma la vita che mettiamo negli anni”.

#Grazie per gli auguri

Nicola Caputo
Nicola Caputo
Nicola Caputo18 ore fa
Abbiamo oltrepassato il limite.
Lo scontro politico è eccessivo ed è ormai sfociato nell’odio personale.
Anni di becero populismo hanno ridotto la politica a fredda tattica di parte con il solo obiettivo di denigrare l’avversario e le conseguenze non potevano che sfociare nell’irreparabile.
Io non ci sto!
Per me la Politica è altro, è dialogo, valori, rispetto.
Abbraccio forte Matteo Renzi per il vile atto di intimidazione subito.
Sono con lui, sono con la Politica, quella con la P maiuscola.

#ForzaMatteo

Nicola Caputo
Nicola Caputo
Nicola Caputo2 giorni fa
#AgriDiario #Day92

La mia giornata inizia in #ConsiglioRegionale dove ho partecipato all’audizione della #CommissioneAgricoltura, su richiesta del Consigliere #TommasoPellegrino con i rappresentati del #Coordinamento #LavoratoriPrecari #ComunitàMontane (idraulici-forestali) sulle problematiche del comparto #forestale e sulla situazione dei lavoratori impiegati a tempo determinato. Ho rappresentato, anche in questa sede, l’impegno profuso da questa amministrazione, in particolare ho fatto presente che per volontà del Presidente #DeLuca, determinato a risanare un settore in crisi, sono stati destinati al comparto ben #500Meuro negli ultimi 5 anni. L’’impegno continua con determinazione e lungimiranza per porre fine ad una situazione di incertezza, in maniera organica e strategica. Non servono proclami ma azioni concrete che mediante una strategia di politica forestale efficiente e razionale renda il comparto una risorsa per le comunità e per gli stessi attori coinvolti.

Subito dopo mi sono recato a #TrentolaDucenta da #Michele, un giovane #apicoltore a cui dei malfattori hanno bruciato 700mila api, praticamente il 90% del suo allevamento.
Questo triste episodio mi ha particolarmente colpito, sterminando le api di Michele non hanno solo infranto il sogno di un giovane agricoltore ma messo a rischio l'intero ecosistema del territorio. Oltre all'elaborazione del miele, le api, con l'impollinazione,
svolgono un lavoro centrale per la salvaguardia dell'ambiente . Il trasporto del polline favorisce la fertilizzazione di frutti e semi. Da questo dipendono parte della produzione alimentare mondiale e della biodiversità. Ho rassicurato Michele, il giovane e laborioso allevatore d'api, che non rimarrà solo, troveremo il modo di aiutarlo a ricominciare. Sul posto sono stato accompagnato anche dal Presidente della Commissione Agricoltura #Borrelli e il prof. #Peretti
#SaveTheBees

A #SantaLucia nella seduta di #Giunta, con l’approvazione della relativa delibera, si conclude l’iter procedurale per il trasferimento alla Regione Lazio, e per essa al Consorzio di Bonifica Sud Pontino, del servizio di bonifica e irrigazione nel territorio dei Comuni di Santi Cosma e Damiano, Castelforte e Minturno (LT) attualmente ricadenti nel territorio del soppresso Consorzio Aurunco di Bonifica, la cui gestione è stata assegnata al Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno. Un provvedimento auspicato che ci consente di avviare la razionalizzazione delle risorse della nostra Regione in un settore tra i più complessi problematico.

Al #TavoloVerde con le organizzazioni agricole #CIA, #COLDIRETTI, #CONFAGRICOLTURA e #COPAGRI ci siamo confrontati sulle criticità della #filierabufalina e sulle misure agroambientali.
Un confronto doveroso anche perché ci siamo dati un cronoprogramma a partire dall'ultimo Tavolo Verde del 13 gennaio cui sono seguiti numerosi incontri con allevatori, Consorzio di Tutela della Mozzarella di #BufalaCampana DOP, Università ed Enti di Ricerca. Abbiamo, poi, ricevuto pareri e documenti da parte anche del Ministero della Salute e dall'Istituto Zooprofilattico di Teramo - Centro di Referenza Nazionale per la Brucellosi. E' chiaro che sono numerose le criticità che ostacolano l'eradicazione della brucellosi bufalina e questo genera, purtroppo, anche una diversa interpretazione dei pareri scientifici. Dobbiamo quindi superare ogni forma di ambiguità e condividere tutti un progetto per la filiera. Va, però, definito il punto di partenza:
Vaccinazione Si o Vaccinazione No?
Sembrano esserci ancora dubbi dubbi per l’individuazione del percorso ottimale per cui si renderà necessario un ulteriore incontro con le autorità nazionali e con quelle accademiche per un confronto anche aperto agli allevatori.
Organizzeremo per la prossima settimana un momento di confronto al fine di poter decidere consapevolmente.
Sulle misure #agroambientali, abbiamo condiviso la necessità di rivedere le schede-misura per assicurare che queste importanti risorse vadano impiegate a favore di chi veramente fa impresa, superando quelle forme di distorsioni del mercato cui abbiamo assistito negli anni ultimi anni.
Decisioni importanti dunque per far cambiare passo sll’agricoltura campana, scelte fondamentali per le misure 10, 11, 13 e 15, per le quali si stima un fabbisogno per le annualità 2021-2022 di circa 230 Meuro.
Ho concluso i lavori del Tavolo Verde con un invito alle organizzazioni agricole di prestare particolare attenzione alle attività del 7 Censimento generale dell'agricoltura. Per il nostro territorio regionale che vanta eccellenze qualitative nel settore agricolo e zootecnico, i risultati del Censimento devono rappresentare una fonte importantissima di informazioni per analizzare con il massimo dettaglio lo stato e l'evoluzione del settore e aiutare i decisori pubblici a programmare e monitorare gli interventi sul proprio territorio.

Durante la lunga giornata ho incontrato diversi amministratori locali, tra questi, l'avvocato #GiudittaSimonetti, assessore all'agricoltura del comune di #PalmaCampania che mi ha rappresentato, la realtà e le potenzialità del settore agricolo e forestale della sua area. Sono sicuro che lavoreremo in sinergia portando avanti progettualità utili per il territorio.

#PiùAgriInCampania
#CampanaAmbizione
#CambiamoPasso

Nicola Caputo
Nicola Caputo
Nicola Caputo2 giorni fa
Sono con #Michele, un giovane #apicoltore di #TrentolaDucenta a cui dei criminali hanno bruciato 700mila api. Praticamente il 90% del suo allevamento.
Sterminando le api di Michele non hanno infranto solo il sogno di un giovane agricoltore ma l'intero ecosistema del territorio.
Ho rassicurato ( e con me il presidente della Commissione Agrivoltura Borrelli)
questo giovane e laborioso allevatore d'api che non rimarrà solo, troveremo il modo di aiutarlo a ricominciare, ma tutti gli sforzi che faremo non basteranno se non riusciremo ad impedire che questo accada di nuovo
#ForzaMichele

Se vuoi aiutare Michele fai una donazione. Segui il link

https://www.gofundme.com/f/aiutiamo-lapicoltore-23enne-di-caserta?utm_source=facebook&utm_medium=social&utm_campaign=p_cp+share-sheet

Nicola Caputo
Nicola Caputo
Nicola Caputo3 giorni fa
#AgriDiario #Day91

Ho iniziato la mattinata con un saluto di indirizzo alla riunione tecnica dei mitilicoltori a cui hanno preso parte i rappresentanti di alcuni dei comuni dell'area flegrea, le associazioni di categoria e dirigenti regionali dell'agricoltura e della sanità. I lavori hanno chiarito alcuni aspetti procedurali per il rinnovo delle concessioni, nonché tracciato un percorso giuridico amministrativo per risolvere la questione dei pesci predatori, orate nella fattispecie, che ingenti danni provocano agli allevamenti di mitili nella nostra Regione. Ho assicurato il mio massimo supporto ai lavori che hanno consapevolizzato e messo a regime alcune delle cogenti problematiche che riguardano il settore
Ho poi partecipato alla riunione, via web, del #TavolodelTartufo a cui hanno partecipato le associazioni del settore. Abbiamo recepito le istanze pervenute dal mondo associativo e abbiamo fatto il punto sulle azioni già poste in essere dalla Regione per il comparto. C’è ora la necessità di implementare e completare la filiera, non solo le tartufaie, ma anche la fase di trasformazione realizzazione di tartufato coltivato mediante impianti ad hoc. Il tartufo, nelle sue variegate specie e nella sua corposa offerta varietale, è una grande risorsa dell’agricoltura campana. Una vera e propria ricchezza per un territorio che deve essere tutelato e valorizzato attraverso la difesa di produzioni di qualitàcome quella del tartufo.

Successivamente ho partecipato alla seduta del #ConsiglioRegionale dove è stata approvata tra le altre cose, il Rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2019. Continua l’opera di risanamento finanziario della nostra Regione.

A seguire, due interessanti incontri per #settorecanapicolo: il primo Ha riguardato l'istituzione del #Tavoloregionale della Canapa, sulla scorta del tavolo Nazionale. Ho inteso unire tutti gli attori del comparto al fine di definire una costruire una #roadmap per dare dignità e rilancio a un settore di oggettiva rilevante importanza strategica come quello della #Canapa. E’necessario prevedere una modifica normativa che consenta alla filiera canapicola di esprimere tutto il suo potenziale.
Sullo stesso tema ho incontrato gli amici #GiuseppeMiselli, #FrancescoDAmore, ed i prof #MauroMori e #LuigiDellacorte con i quali ho discusso di un interessante progetto pilota volto proprio a dare slancio alla #filieracanapicola. Si tratta di un progetto multidisciplinare finanziato con i fondi della Misura 16.1.azione 2 del PSR Campania 2014-2020, che coinvolge un partenariato costituito da UNINA- Dipartimento di Agraria, CREA, CNR, quattro aziende agricole e la Rete San Leucio Textile. Nell’ambito del progetto CCF sono state identificare 3 filiere con l’obiettivo specifico di valorizzarle dal punto di vista economico: - Filiera della fibra lunga, che utilizzando particolari varietà, sistemi di macerazione innovativi e specifiche macchine/attrezzature sarà in grado di separare la fibra contenuta nella corteccia della canapa dal resto della pianta. Tale fibra troverà la sua più piena valorizzazione nella produzione di tessuti di alta gamma. Lo scopo principale del progetto è infatti quello di individuare le varietà di canapa da cui ricavare una fibra di buona qualità per ottenere filati resistenti e di elevata qualità che possa consentire la produzione di tessuti pregiati.

Ho poi incontrato #GiovannaRispoli e #AntonioPalumbo, rispettivamente presidenti regionali di #AGRITURIST E #ANGA, le due associazioni di rappresentanza degli agriturismi e dei giovani di Confagricoltura, accompagnati dal #FabrizioMarzano e #PaoloDiPalma, presidente e direttore di #Confagricoltura Campania.Filiere centrali, essenziali della nostra politica agricola. Un settore, quello degli agriturismi che continua a soffrire con il perdurare della pandemia disposte per effetto del Covid . Con Antonio, invece, ho trovato riscontro in ciò che stavo pensando da tempo.
Innanzitutto mi ha chiesto : quando escono i nuovi bandi per i Giovani ? Se veramente vogliamo aiutare i giovani dobbiamo semplificare le misure del ricambio generazionale, sostenerli veramente nel rendere le aziende competitive, eliminando inutili parametri di accesso ai bandi. Abbassare le quote di cofinanziamento. Ripensare seriamente alla formazione dei lavoratori in agricoltura. C'è una grande offerta di lavoro, ma le competenze non sono all'altezza.

Lungo incontro del gruppo di lavoro sulla #Legge sui Consorzi di Bonifica. Abbiamo dato un forte impulso alla revisione della norma lavorando, articolo per articolo, alla definizione del miglior articolato. Il lavoro sarà concluso la prossima settimana a seguito del confronto con tutti i Consorzi di Bonifica.

La #GoodNews di oggi riguarda il #ProgettoIntegratoGiovani. ( più approfonditamente potete leggere il precedente post)
A seguito dei lavori delle due commissioni di controllo, in autotutela, sono state riviste ben #589 pratiche presenti nella graduatoria definitiva del 3 agosto scorso rilevando per ben #75 di esse (il 13% sul totale) errori istruttori sull'ammissibilità. Prima di procedere al recupero dei circa 18Meuro relativi alle pratiche ritenute irregolari, bisogna ora attendere la fase delle comunicazioni e delle controdeduzioni da parte dei destinatari dell’avvio della procedura di revoca. Nel frattempo si procederà, però, al pagamento delle altre 514 rilevatesi corrette anche a seguito di questa ulteriore e necessaria verifica. Il traguardo è vicino, riusciremo a recuperare i fondi e consentiremo di ripristinare lo status degli aventi diritto.

#PiùAgriInCampania
#CampanaAmbizione
#CambiamoPasso

Nicola Caputo
Nicola Caputo
Nicola Caputo3 giorni fa
#AgriFocus
#ProgettoIntegratoGiovani.

Sì sono conclusi i lavori della seconda commissione di controllo istituita per valutare in autotutela le pratiche in graduatoria.
I lavori delle due commissioni hanno riguardato #589 domande di sostegno, comprendendo le pratiche ricadenti tra le ammissibili e immediatamente finanziabili di Salerno (69) e tutte le domande rientranti tra le ammissibili e finanziabili di tutte le province. All'esito dei lavori della seconda commissione chiamata a valutare le ulteriori 355 pratiche (che sommate alle 234 della prima commissione completano l’elenco delle pratiche poste in graduatoria definitiva del 3 agosto 2020 tra le domande ammesse e finanziabili) le percentuali di errore sono:
Avellino 9%,
Benevento 7%,
Caserta 0,
Napoli 0,
Salerno 24%

Quindi a seguito delle due commissioni di controllo in autotutela, sono state riviste ben #589 pratiche presenti nella graduatoria definitiva del 3 agosto scorso rilevando per ben 75 di queste (il 13% sul totale) errori istruttori sull'ammissibilità.
Il dettaglio per provincia è il seguente:
Ad Avellino su 149 domande valutate, 14 hanno riportato discrasie sui criteri di ammissibilità per un importo di circa 3 Meuro;
A Benevento su 158 domande valutate, 9 hanno riportato discrasie sui criteri di ammissibilità per un importo di circa 2 Meuro;
A Salerno su 222 domande valutate 52 hanno riportato discrasie sui criteri di ammissibilità per un importo di circa 13 Meuro.
Prima di procedere al recupero dei circa 18 Meuro relativi alle pratiche ritenute irregolari, bisogna ora attendere la fase delle comunicazioni e delle controdeduzioni da parte dei destinatari dell’avvio della procedura di revoca. Nel frattempo si procederà, però, al pagamento delle altre 514 rilevatesi corrette anche a seguito di questa ulteriore e necessaria verifica. Restano ora da controllare le restanti 139 domande immediatamente finanziabili delle altre province. La commissione procederà immediatamente così come procederà ad esaminare anche le pratiche immediatamente finanziabili per effetto dello scorrimento della graduatoria all’esito delle procedure di revoca.
Il traguardo è vicino, riusciremo a recuperare i fondi e consentiremo di ripristinare lo status degli aventi diritto sulla base dei principi indicati dal #PresidenteDeLuca

#Rigore e #Trasparenza

Nicola Caputo